Primo Maggio, il flash mob contro le morti sul lavoro

Quest'anno Cgil Cisl Uil hanno deciso di scegliere il tema della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro per celebrare la festa dei lavoratori del 1° Maggio.

Troppe morti sul lavoro in Italia, oltre 5000 decessi registrati dal 2010 al 2017, e l'Abruzzo nel 2017 ha registrato (anche per effetto del dramma di Rigopiano) il triste primato della regione con il più alto tasso di morti sul lavoro rispetto agli occupati, un primato purtroppo già raggiunto negli anni 2012 e 2013, e negli altri anni ha continuato ad occupare posizioni sempre tra le prime regioni.

Ai tempi dell'innovazione tecnologica e digitale ci tocca parlare del lavoro povero e precario, ci tocca parlare di sicurezza sul lavoro. La riteniamo una vera e propria emergenza nazionale, su cui è necessario unire le forze di tutti i soggetti interessati: imprese, lavoratori, istituzioni. Un fenomeno da combattere con investimenti su formazione, su prevenzione, sui controlli, e con la creazione di una coscienza collettiva dove la sicurezza assuma un valore da perseguire, non solo un obbligo da osservare.

Domani 1° Maggio a Pescara, nel piazzale antistante il Comune di Pescara, la Cgil terrà un flash mob, alle ore 12, per denunciare il triste fenomeno delle morti sul lavoro.

 

 


www.abruzzo.cgil.it ~ info@abruzzo.cgil.it